\ A HISTORY OF TIMEless ELEGANCE. – Cesare Attolini

A HISTORY OF TIMEless ELEGANCE.

C’è un filo molto evidente che lega Cesare Attolini alla Puglia, alla Puglia dei parchi di ulivi monumentali, dei borghi d’arte, dei tradizionali saperi artigianali, agricoli e agroalimentari.

È un filo che dalle mani dei nostri sarti passa a quelle dei sapienti contadini che curano con profondo rispetto questi alberi millenari e i loro frutti, da cui nasce un prodotto che il mondo intero ci invidia, il più prezioso degli oli. Uguali tra loro, perché segnate indelebilmente dal lavoro quotidiano ma sapienti, appunto, davvero sapienti, perché capaci di esprimere saperi e saper fare unici, oltre che tutelare e vivificare costantemente nel tempo due patrimoni, entrambi italianissimi, incommensurabili.

Se possiamo definire l’estetica come la percezione soggettiva (ma condivisa) del nostro legame con l’ambiente, legame caratterizzato da una profonda ed equilibrata armonia dinamica e l’etica come la capacità, soggettiva e intersoggettiva, di concepire e compiere azioni capaci di mantenere sano ed equilibrato il legame con l’ambiente, entrambe allora possono rappresentare due facce di una medaglia unica che è appesa al collo dei due protagonisti della storia che leggerete nelle prossime pagine.

Cesare Attolini, con la sua capacità di preservare la pregnante etica del lavoro manuale (sartoriale) performando costantemente un’estetica senza tempo dell’uomo; Cascina Brancati, con la sua capacità di preservare, attraverso la pregnante etica del lavoro manuale (agricolo), l’estetica di un ambiente unico al mondo.

La prima giacca destrutturata della storia dell’eleganza maschile di fronte al più antico ulivo di Puglia. Entrambe manifestazioni di una visione che ha radici molto profonde nell’animo umano, quella di creare il bello attraverso il buono, il giusto.

La prima, nata dalla creatività e dall’abilità di Vincenzo Attolini nel 1930; il secondo nato, si stima, oltre 3000 anni fa perché piantato ad opera della civiltà messapica. La prima perfezionata e custodita nei suoi caratteri unici e distintivi lungo i decenni da Cesare Attolini, figlio di Vincenzo, e poi dai nipoti Massimiliano e Giuseppe, oggi alla guida della sartoria di Casalnuovo, alle porte di Napoli. Il secondo, custodito e curato come una reliquia lungo i secoli dai diversi proprietari della Masseria fino a giungere negli ultimi duecento anni alla famiglia Rodio, oggi rappresentata da Corrado Rodio.

Due storie incredibili che si incontrano, insomma, sotto il cielo azzurro di una stupenda Puglia per dare vita ad una narrazione dalla bellezza senza tempo.

Buona lettura!

0

Share this page

Cesare Attolini è, nel mondo, sinonimo di tradizione sartoriale partenopea. Ieri come oggi, dal 1930 lungo tre generazioni, fucina di un’idea di eleganza senza tempo. Artigianalità reale. Espressione, senza compromessi, di qualità assoluta, cultura unica del saper fare, esclusività, personalizzazione.

Questo sito web utilizza la tecnologia dei cookie. Continuando la navigazione su questo sito, si accettano le condizioni di utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni è possibile consultare l’informativa su Cookie e Privacy. Accetta e continua